Kitchen

Entriamo nel vivo del fine settimana. La cittadina si ri-inizia ad animare, gli eventi si susseguono incalzando. Nelle piazze artisti e musicisti improvvisano la loro arte. Prosa, musica, filosofia, Italia, Europa, mondo. Un crocevia di esperienze artistiche e culturali che entrano dentro la cornice Spoleto: vicoli, palazzi finemente restaurati, ciottolati, affreschi.
Nel contesto spoletino ed umbro, la cucina e’ un elemento caratterizzante, direi imprescindibile. Le strade del centro sono ricche di botteghe e ristoranti con distese di prodotti tipici: tartufo, salsine, sale aromatizzato, vino, salumi. Gli strigozzi fanno mostra di se davanti alle botteghe e diventano un piacevole accompagnamento visivo mentre si passeggia. Il cibo qui e’ un culto, una carta di identita’, un vanto. L’ambiente ricco di vegetazione e finemente coltivato, ispira certamente un tipo di alimentazione salutare, modernamente definito “organic”. Tra le diverse esperienze che abbiamo realizzato nell’ambito godereccio mi sento e mi permetto di segnalare due luoghi degni di nota:
http://www.ristoranteapollinare.it/
http://www.ilpanciolle.it/.
Il ristorante ” Il Panciolle ” si caratterizza per una bellissima vista sui tetti di Spoleto, limitrofo alla zona del duomo ed un’ottima cucina tradizionale. Il cuoco e tutto il personale e’ disponibile e gentile. Un caldo caminetto accoglie la clientela e preannuncia ottime grigliate. Prodotti della terra come funghi e tartufo fanno bella mostra di se’. Il cuoco accoglie, consiglia e cucina specialita’ con maestria creando accostamenti tradizionali di ottima qualita’. La cornice paesaggistica rende il cammino culinario perfetto sia di sera che di giorno.
Ho realizzato diverse cene al ristorante “Apollinare”: un’esperienza che abbraccia tutti i sensi e da realizzare!
L’ambiente e’ fine, raffinato e sobrio. Tovaglie gialle e le ceramiche bianche e blu colorano gli interni rustici sulle cui pareti ci sono foto di personaggi famosi che sono stati ospiti di questo ristorante. Il personale disponibile e gentile mette immediatamente a proprio agio. Candele blu illuminano di una luce soffusa e discreta. Il cuoco Michele, di origine siciliana, e’ un giovane ragazzo gentile e disponibile che con discrezione e simpatia interagisce con i clienti consigliando e raccontando l’origine dei prodotti cucinati. La filiera e’ strettamente controllata e di ottima qualita’. I piatti hanno una radice tradizionale locale spesso rivisitata in chiave moderna e internazionale. E’ cosi’ che una bistecca di tonno giace su un letto di avogado, i frascarelli che cucinava mia nonna in tempo di poverta’ assoluta sposano un sugo semplice e gustoso con il basilico, gli gnocchi conoscono il baccala’ e le olive tagiasche e fanno amicizia, l’insalata misticanza prende a braccetto frutta di stagione e secca, la burrata si sposa con un prosciutto locale anziano di ben tre anni, il tiramisu’ diventa una mousse con un cuore caldo di cioccolato fondente. Ogni pietanza, dalla piu’ raffinata alla piu’ comune, assume una personalita’ differente uscendo da quella cucina. Sapori tra loro lontani attraverso l’arte del giovane e intraprendente cuoco, trovano nuovi legami ed abbinamenti, facendo provare al nostro palato sensazioni piacevoli che vanno al di la’ del gusto.
Tutto rende questo ristorante speciale e perfetto per ogni tipo di occasione. Il prezzo e’ assolutamente equo e certamente inferiore a cio’ che ci si puo’ aspettare da una qualita’ cosi’ alta.
Chi arriva in queste terre si aspetta di vivere anche un genere di esperienza come quelle proposte da questi due ristoranti, dove mangiare vuol dire principalmente non solo cibarsi ma fare un viaggio nei sensi, la ricerca di sapori e accostamenti piacevoli.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s