Walking in Inverness

Ci svegliamo dopo la notte trascorsa nel b&b Arduthie Guest House, Ann Street , Stonehaven per fare colazione (cfr https://viaggidibarbara.wordpress.com/2013/07/26/reggio-emilia-stonhaven-sola-andata-2/) ma non c’e’ traccia di anima viva. Nessun ospite, meno che meno il proprietario. Aspettiamo, suoniamo…ma nulla. Leggendo alcuni commenti in lingua lasciati da alcuni recensori, questa brutta sorpresa non e’ stata riservata solo a noi. Qualcuno aleggia lo spettro di problemi di alcool da parte del proprietario. Lasciamo i soldi sul comodino con un biglietto e molto alterati ci dirigiamo verso la stazione. Entro sera posto una recensione pesante su tripadvisor. Prendiamo il treno direzione Aberdeen e cambio per Inverness. Questa citta’ sorge sulle foci del fiume Ness ed e’ considerata la capitale delle Highlands. Famosa anche per la leggenda di Nessie, e’ un animato centro culturale e turistico. Il viaggio e comodo e rilassante. Il paesaggio ci riserva campi coltivati, pascoli di mucche e pecore che placidamente si nutrono, rendendo il nostro passaggio una specie di cartolina in movimento. Fiori rosa, tipo bocche di leone selvatiche colpiscono il nostro occhio. La vegetazione e’ rigogliosa, attraversiamo dei piccoli boschi. Giunti a Inverness attraversiamo la strada e visitiamo subito il Victorian Market, il mercato coperto della cittadina. Inverness si rivela un’ animata citta’ con molti esercizi commerciali, diversi monomarca e negozi con articoli tipici. Victorian Market mantiene un aspetto tardo vittoriano e ospita bar, parrucchieri, negozi con articoli locali, piccoli ristoranti. Sostiamo facendo pranzo e quando siamo pronti ad uscire….una pioggia copiosa ci attende! Stanchi di aspettare usciamo e affrontiamo la strada che ci separa per il b&b
http://www.scotland-inverness.co.uk/macrae/ .
Praticamente attraversiamo tutto il centro e raggiungiamo una via ordinata e residenziale che costeggia il fiume, Ness Bank, ricca di b&b, locali e hotel. Lasciamo i bagagli e proseguiamo la nostra passeggiata “Ness island walk”.
image
Costeggiando la strada del nostro B&b ci inoltriamo in un bosco verde e florido, ricco di sedute con strane forme e camminamenti. La copiosa pioggia ha reso il passaggio un po’ arduo ma noi proseguiamo armati di k-way e attraversiamo ponti e stradine bagnate. I pescatori si dilettano nel loro hobby, piccole rapide e scorci suggestivi ci accompagnano in questa piacevole e fresca passeggiata. Siamo nella parte nord di Lockness, un tronco di albero sagomato e colorato fa da memoria: Nessie e’ qui…piu’ o meno!
Facciamo il check-in. Mrs Joyce Plent ci accoglie con simpatia. La nostra camera si affaccia lungo il cammino che porta al parco e una bella visuale di antichi palazzi. Nicola si riposa, io dopo essermi rinfrescata mi reco nella via centrale. Visito negozi, passeggio, torno al victorian market. Passeggio piacevolmente osservando vecchie costruzioni, chiese e il castello. Tutto il centro si sviluppa sulla riva destra e sinistra del lago, in modo ordinato e tipicamente nordico. I palazzi di pietra nera hanno ampie vetrate e giardini ordinati. La gente del luogo si avvicenda nelle ultime spese. Ci sono dei turisti e Nessie si affaccia nei souvenir. Compro come sono solita fare un magnete per la mia collezione e osservo come al solito la gente del luogo. Gli inglesi…anzi…sob!….gli scozzesi confermano lo stile “mi vesto come mi viene” tipico dei popoli germano/anglosassoni. Devo dire che personalmente trovo che questo sia comodo sopratutto quando si viaggia…e pur non riuscendo a sposarlo in pieno…certo che non sono solita uscire qui truccata e ben abbinata come a casa…!
A cena optiamo per un ristorante Indiano “Jaipur”. http://www.jaipurinverness.co.uk/
Ottima la cucina: abbiamo mangiato veramente molto bene…abbastanza speziato e veramente curato; il locale e’ mediamente elegante, il servizio buono. Proseguiamo facendo una passeggiata e raggiungendo la stazione dove ritiro con il self service i biglietti prenotati. Gente che passeggia, fa la fila ai ristoranti, beve qualcosa, si fa jogging lungo la passeggiata. Inverness si rivela un luogo piacevole dove sostare una giornata, passeggiare, mangiare in un locale, un luogo che vive del mito di Nessie ma in un modo abbastanza misurato. Stanchi dalla solita giornata intensa, torniamo nel bel b&b dove proseguiamo ad osservare Inverness dalle due belle finestre vista città e la luce che, lievemente, nasconde le forme solo a tarda sera.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s