Passeggiando per Stonehaven

Dopo un tranquillo e puntualissimo volo Bologna-Edimburgo prenotato con http://www.fly-go.it/ raggiungiamo la stazione di Haymarket che ci porterà a Stonehaven. Il nostro sarà un fly&train per la Scozia in 9 giorni. Arriviamo alle 13 a Stonehaven e senza grandi difficoltà’ troviamo, camminando verso il centro, il nostro b&b: 24/7http://www.arduthieguesthouse.com/
Arduthie Guest House, Ann Street , Stonehaven, AB39 2DA Scotland, tel:0156920762381.La stanza e’ al “top of the house”: spaziosa, elegante e luminosa ha un bellissimo abbaino che da verso il centro ed il mare. I punti di maggiore interesse di Stonehaven segnalati dalle guide, sono il porto, la camminata lungo mare ed il castello di Dunnotter, dove Zeffirelli giro’ il suo Amleto.
IMG_1588
Il centro della cittadina appare come tipica del nord. Strade squadrate, fiori, esercizi commerciali, luoghi di aggregazione. Avvicinandoci al mare, un odore fortissimo di salsedine assale l’olfatto. E’ il mare dle nord, scuro, cupo e che fa percepire la sua presenza forte. Raggiunto il porto, dove una signora in modo autonomo non lontano il sentiero che porta al castello. Prima di esso pero’ il monumento Memorial war. Essendoci la nebbia, lo scenario è a dir poco gotico: un paesaggio fine, agreste ma anche impetuoso, marino e nordico. Dopo una salita ed un tratto pianeggiante tra i campi di grano, raggiungiamo il monumento memorial war, su di una piccola altura dove sostiamo alla ricerca di scorci.
IMG_1589
La nebbia avvolge tutto facendo percepire poco le forme. Ovvio che il sole sarebbe stato gradito, ma il vapore che circonda e avvolge ogni cosa non tradisce questi luoghi rendendo tutto comunque affascinante. La campagna ed la vegetazione fanno largo alle scogliere a picco, falesie, faraglioni, spiagge nere abitate da uccelli stanziali e migratori.

IMG_1587Il castello sembra non arrivare mai, quando ad un certo punto si scorge fra la nebbia una sagoma a picco sul mare. E’ un luogo suggestivo: il profilo, la nebbia, la pietra nera con cui e’ costruito, i colori attenuati, le scogliere ed il cupo mare profumato. Finito il sentiero fra brughiera, il punto di raccordo con l’asfalto: una scalinata con alcune centinaia di scaloni porta alla spiaggia ed a ciò che resta del castello, incastonato sull’altura
IMG_1591
Rimangono di esso ruderi e qualche ambiente di cui uno con soffitto a cassettoni. Nonostante l’avanzato deterioramento e’ un luogo comunque bello, affascinante e tenuto con cura. Tanti gli ambienti visibili: cucine, chiesa, torrioni e punti di avvistamento.
IMG_1584
Ed ora il porto, piccolo e confortevole cuore pulsante di questa cittadina. Allo Shipp, pub del porto, le persone iniziano il rito della birra delle 17/18. La nebbia finalmente si dirada, il cielo sereno e una bella luce che ci mostra finalmente i colori della Highland. Le alte scogliere coperte di vegetazione bassa assumono colori caldi e accoglienti. Su di esse nidificano puffin e altri uccelli marini. La bassa marea scopre le barche colorate ormeggiate. Reti di pescatori e attrezzature, il suono e la presenza dei gabbiani, case con facciate arricchite di fiori, portoncini e buffi camini arricchiscono la visuale del porto.
IMG_1590
Questa è l’atmosfera del nord che mi piace
IMG_1586
Per volare su Edimburgo alla ricerca di offerte potete guardare i voli con Fly Go http://www.fly-go.it/

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s